FdI Padova FdI Territorio

Fertilizzanti sui terreni, mobilitazione dei Comuni

Fonte: Gazzettino di Padova del 15/06/2019 – di Maria Elena Pattaro

Come tutelare la salute dei cittadini e l’integrità dei campi da sversamenti di compost? È la domanda che si fanno molti sindaci dell’Estense e del Montagnanese alla luce di quanto emerso dall’inchiesta giornalistica di Fanpage, che a inizio settimana ha sollevato un polverone intorno alle attività di Sesa, il colosso dei rifiuti di cui il Comune di Este è socio di maggioranza. I dubbi e le preoccupazioni dei cittadini sono palpabili di fronte alle sostanze che, secondo le analisi fatte fare dal giornale napoletano, sarebbero presenti nel compost sversato nei campi: idrocarburi, metalli pesanti, residui di vetro e plastica. Il sindaco di Solesino Elvy Bentani è corso ai ripari nei giorni scorsi emanando un’ordinanza che limita notevolmente lo spargimento di fertilizzante ottenuto dal trattamento dei rifiuti. Ma non è detto che le sue orme siano seguite anche da altri colleghi amministratori, non così su due piedi, almeno.

AZIONI

«E’ necessario concertare azioni concrete con le altre amministrazioni del territorio discutendo nei tavoli istituzionali la strategia da attuare», afferma il sindaco di Borgo Veneto Michele Sigolotto. Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Stefano Farinazzo, primo cittadino di Casale di Scodosia. Il gruppo di maggioranza di Sigolotto al prossimo consiglio comunale presenterà una mozione in cui darà mandato al sindaco e alla giunta di farsi promotrici di ogni azione volta alla tutela della salute pubblica. «Il primo passo precisa Sigolotto sarà disporre le analisi del compost sversato da Sesa nei terreni privati».

Per le aree vallive di proprietà del Comune e date in gestione ai privati, invece, lo statuto comunale sancisce già il divieto di sversamento di concimi di origine non animale. Mentre il sindaco di Ospedaletto Euganeo Giacomo Scapin sta ragionando sul da farsi, David Girotto, vicesindaco di Vighizzolo d’Este e dirigente del direttivo provinciale Fdi, ha sollecitato l’onorevole Luca De Carlo a presentare un’interrogazione al ministro dell’Ambiente Sergio Costa per fare chiarezza sull’accaduto. «Non possiamo fare le battaglie contro le plastiche nei mari dichiara Girotto e poi trovarcele nei concimi dell’insalata che finisce sulle nostre tavole».

Il sindaco di Este Roberta Gallana continua a difendere Sesa spiegando che nel 2018 e fino ad aprile del 2019 sono state eseguite ben 19 analisi sul compost sia dai laboratori terzi accreditati, sia dall’ente Cic: tutte hanno riscontrato esiti conformi alla legge.

Related posts

FdI: «Padova in mano alla criminalità, allo spaccio e a crisi economico-finanziaria»

27/05/2018 – Presentata ieri la squadra di centrodestra a Piove di Sacco

Abolizione dei senatori a vita

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy