FdI Territorio

Pernumia, Incontro su “Sicurezza e Immigrazione”

di Claudio Gori, presidente del Circolo Padova d’Italia

Ieri sera Fratelli d’Italia a Pernumia ha organizzato un sensibile incontro sul tema “Sicurezza e Immigrazione” a cui hanno partecipato esponenti locali, regionali e nazionali, interfacciandosi con un pubblico di circa cento persone.

Gli interventi dei relatori hanno evidenziato quanto attuale sia la problematica in oggetto, spesso trascurata o messa in secondo piano da molti partiti di sinistra e dai recenti Governi. Una emergenza mai cessata e in costante crescita.

L’On. Elisabetta Gardini, commissario di Fratelli d’Italia per Padova e provincia, ha chiaramente denunciato la superficialità non solo nazionale ma anche europea nel considerare l’emergenza immigrazione un semplice problema burocratico-italiano. Certa immigrazione, senza sregolata e disumana, necessita d’una  legislazione ad-hoc che meglio impedisca l’indistinta invasione del territorio nazionale. L’invasione è spesso causa di tremendi casi di cronaca ed i recenti atti delittuosi e violenti lo dimostrano.

L’On. Sergio Berlato, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, ha marcato con precisione e sviscerato con dovizia di particolari tutta l’emergenza criminalità; la mancanza di certezza della pena e il latitante reale diritto alla legittima difesa, soprattutto tra le mura domestiche e in presenza di famigliari, non consentono di proteggere la propria vita e quella dei propri cari.

Dopo i saluti di Luciano Simonetto (sindaco di Pernumia, PD) e l’introduzione di Gianluca Piva (coordinatore FdI della Bassa Padovana e sindaco di Agna, PD) sono intervenuti, con loro dirette testimonianze e esperienze in qualità di eletti in Enti Locali, Sante Nalin (assessore di Cona, VE) che ha spiegato le condizioni di vita dei suoi concittadini all’epoca delle basi militari trasformate in hub di accoglienza ma che nella realtà hanno consentito l’invasione locale, partorendo problematiche sociali e di sicurezza, anche nei comuni limitrofi; Gianfranco Vezzaro (sindaco di Campodoro, PD) ha spiegato le estreme difficoltà di un comune piccolo nell’affrontare l’emergenza sociale e criminale con risorse minime che, in alcuni casi, potrebbero mettere in default la comunità.

Gli interventi “tecnici” sulla gestione della sicurezza locale e nazionale, la legalità e l’approccio politico-legislativo sono stati curati da due esperti e responsabili di Fratelli d’Italia, con la moderazione di Barbara Cocco (consigliere comunale di Albignasego, PD e provinciale): Rossano Moracci (responsabile regionale FdI per la Difesa nonché consigliere comunale di Albignasego, PD) e Stefano Mengardo (dirigente provinciale FdI e delegato alla Sicurezza) quale ispettore di polizia da poco in pensione.

Il Circolo Padova d’Italia era presente con il sottoscritto e iscritti ad esso, insieme a molti altri Circoli provinciali e dei giovani di FdI rappresentati da Marco Cassini.

Ci hanno raggiunto Elena Cappellini (consigliere comunale di Padova e capogruppo di FdI) e Rocco Bordin (già assessore al Comune di Padova e già Presidente dell’ESU).

Related posts

28/05/2018 – Sindaco Agna, Piva: “basta incuria aree attorno centro urbano”

Borgo Veneto, il consigliere prosindaco Andrea Franchin Aderisce a Fratelli d’Italia

“Prima Selvazzano” nasce la lista civica a sostegno della Lega

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy