FdI Italia FdI Veneto

«FdI cresce per coerenza. Non moriremo leghisti»

Fonte: Il Giornale di Vicenza del 17/12/2019 – di Cristina Giacomuzzo

Dici Brexit e leggi partenza di Sergio Berlato per Bruxelles. Il vicentino consigliere regionale e coordinatore del Veneto di FdI, aveva da tempo le valigie pronte. Poi una «fantasiosa interpretazione della Corte», come la definisce lui, ha congelato il suo insediamento a Bruxelles condizionandolo agli inglesi. Ora che Johnson ha la maggioranza le cose cambiano.

Che tempi ha per tornare in Ue? La prima data fattibile è il 10 febbraio. E sì, torno a casa: sono stato in Europa dal ’99 al 2014. Posso dire di conoscere ogni porta di quei palazzi e i posti dove si tengono le chiavi di quelle porte. Per rispetto del mio elettorato, che è un elettorato importante vi- sto che sono stato il più eletto alle regionali e alle europee, andrò in Europa e continuerò ad occuparmi di agricoltura e caccia. Vedremo per quanto tempo.

Sta dicendo che non ha intenzione di restare in Europa? Vedremo cosa il partito mi dirà di fare. Sono un generale in Veneto, ma sono anche un buon soldato. E come il partito mi chiese di candidarmi alle Europee, potrebbe chiedermi di fare altro. Ci sono due appuntamenti importanti. Le regionali a maggio e le politiche. Quando? Dipende dalle elezioni in Emilia. Se perderà il Pd si voterà presto. E io sono a disposizione.

A meno che non decolli la proposta del “Comitato di salvezza nazionale” lanciato da Salvini. La sua leader, Meloni, non ne sapeva nulla, ha dichiarato. Non c’è grande intesa con la Lega a livello nazionale, come in Regione… Bisogna scindere la tattica dalla strategia. La Lega gioca la sua partita per restare il partito più forte nel centrodestra. Assume posizioni per parlare più al suo interno che all’esterno. Ma gli accordi sono presi: ci sarà alleanza in tutte le Regioni. Il Comitato spiazza Meloni? È una mossa di Salvini che non compromette. Come la polemica sull’autonomia. Meloni a Venezia, poi, non è stata «tiepida».

Ma Nicola Finco e altri della Lega l’hanno attaccata e criticano dicendo che l’autonomia per FdI non è una priorità. Ma lo è mai stata per Salvini? Se lo fosse stata, in tre mesi si sarebbe concretizzata. L’avevano annunciato loro che sarebbe diventata realtà dopo un anno dal referendum del 2017. Referendum che abbiamo appoggiato. E non si sarebbe potuto fare se Meloni non fosse stata d’accordo.

Perso il primo treno, si farà incaso di vittoria del centrodestra? Certo, sono ottimista. Ma se la Lega non l’ha portata a casa non è per colpa di Meloni, ma del suo leader che non l’ha considerata priorità come ha fatto Di Maio per il redditto di cittadinanza.

Anche in Regione FdI e Lega sono distanti su lupo e piano faunistico venatorio, tanto per citare. A sentire le opposizioni la Lega è stata fin troppo accondiscendente con FdI. Eppure ero solo un consigliere a inizio legislatura che ha fatto approvare leggi a favore della famiglia, del crocefisso in aula e il test antidroga…

Siete alleati a denti stretti? Siamo alleati, ma alternativi alla Lega. Abbiamo convergenze, ma siamo anche distanti. Non vogliamo morire leghisti. E fino ad ora non ci siamo fatti mangiare dalla Lega, come altri partiti.  Il coraggio di mantenere le nostre tesi diverse ha permesso di crescere: 1,5% nel 2013; 2,5% nel 2015, con punte del 5,1% a Vicenza; 6,9% nel 2018. E ora ci danno oltre il 10. Siamo un terzo della Lega.

E quindi alle regionali ? Saremo loro alleati. Ma gli elettori sanno che noi non ci prestiamo a sponde con Pd o M5s. E capiamo le esigenze delle imprese. Per questo cresciamo. La Lega cosa ha fatto al governo? Decreto dignità, fattura elettronica e paghetta di stato. Non ne avevamo bisogno, anzi.

Related posts

Cavatton entra in Fratelli d’Italia

16/06/2018 – Veneto: depositato in regione progetto legge Informalavoro nei Comuni

Siamo Fratelli d’Italia, questo ci basta. Buon 7.mo compleanno.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy