• Home
  • FdI Italia
  • Brexit, Berlato torna europarlamentare«Ma sono pronto per incarichi a Roma»
FdI Italia FdI Veneto

Brexit, Berlato torna europarlamentare«Ma sono pronto per incarichi a Roma»

Fonte: Corriere del Veneto del 26/01/2020 – di Stefano Bensa

Poche parole, accompagnate dalla notifica appena ricevuta da Bruxelles: «Il mio impegno in Europa ricomincia, in difesa della nostra identità e per affermare quei valori e quegli ideali che ci contraddistinguono». Così Sergio Berlato, consigliere regionale e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia, ha ufficializzato il suo (annunciato) ritorno nel Parlamento europeo dal primo febbraio, quando – causa Brexit – si libereranno quei seggi finora occupati dai deputati d’Oltremanica. Di conseguenza Berlato lascerà lo scranno di Palazzo Ferro Fini al primo dei non eletti nel 2015, ossia quel Joe Formaggio da pochi mesi riconfermato sindaco di Albettone. Salvo che Formaggio non decida di mantenere la guida del suo Comune.

«Aspetto la lettera ufficiale della Regione prima di decidere. Barattare 4 anni da sindaco con 4 settimane in Consiglio regionale – esclama Formaggio – potrebbe sembrare assurdo ma sarebbe anche un privilegio. Forse andrò un solo giorno per poi tornare ad Albettone, giusto per togliermi la soddisfazione di essermi seduto in quella sala». L’alternativa sarebbe Paolo Gozzi, ex primo cittadino di Arcugnano.

Per Berlato non si tratta soltanto di un ritorno a Bruxelles (è stato eurodeputato dal 1999 al 2014) ma soprattutto di quello che ritiene «un riscatto». «Sei anni fa – afferma – la mia candidatura con Forza Italia saltò a poche ore dalla presentazione delle liste. Furono i “ladroni del Mose” a premere su Berlusconi perché restassi fuori. Dopo qualche settimana buona parte di loro finì in galera, io mi candidati alle Regionali con Fratelli d’Italia e risultai il più votato, con le mie 10.430 preferenze».

Berlato, inoltre, rivendica il suo «presenzialismo» alle sedute parlamentari («il 94% in Europa e il 99,5% in Regione: sono stato assente un solo giorno») come pure l’aumento di consensi veneti di Fratelli d’Italia («dall’1,5% delle Politiche del 2013 al 6,9 delle ultime Europee, ed ho scommesso che supereremo il 10»).

Ma la sua permanenza in Europa potrebbe essere solo temporanea: qualora il governo Conte cadesse e in Italia si tornasse alle urne, infatti, «mi è stato chiesto – sostiene – di mettermi a disposizione del partito per incarichi a Roma».

Un ministero nell’eventuale governo a trazione Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia? «Prematuro parlarne».

Related posts

Meloni, candidati Regioni entro settimana

Meloni: «Qui c’è la mafia nigeriana ma chi governa la città lo nega»

Meloni: «A fianco di Zaia in Veneto L’autonomia? Aspettiamo Boccia»

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy