• Home
  • FdI Padova
  • FdI prepara mozione di sfiducia e chiede dimissioni di Lorenzoni. «Ha trasformato la città in un cimitero Adesso si dimetta o Giordani provveda»
FdI Padova

FdI prepara mozione di sfiducia e chiede dimissioni di Lorenzoni. «Ha trasformato la città in un cimitero Adesso si dimetta o Giordani provveda»

Fonte: Mattino di Padova del 16/02/2020 – di Luca Preziusi

«Non vogliamo vedere Arturo Lorenzoni in consiglio comunale già da domani. Si dimetta subito lui, oppure il sindaco Sergio Giordani dimostri chi comanda e gli tolga le deleghe».

Com’era ampiamente immaginabile, in vista della corsa alla poltrona di governatore di Arturo Lorenzoni, dall’opposizione parte il pressing affinché il vicesindaco abbandoni subito il suo ufficio al primo piano di Palazzo Moroni. I primi a farlo sono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia.

«Il re è nudo, perché dopo due anni di finto civismo che ha trasformato Padova in un cimitero, adesso Lorenzoni diventa il candidato alla Regione del Pd. Problemi loro, un suicidio assistito della sinistra, che a questo punto però deve obbligatoriamente completare l’eutanasia revocando le deleghe del vicesindaco davanti ad un conflitto d’interesse politico evidentissimo» spiega il consigliere di Fdi, Matteo Cavatton.

«Non che Lorenzoni abbia fatto granché, anzi, ma ha deleghe importanti e non possono rimanere sospese» aggiunge la capogruppo, Elena Cappellini «e poi Giordani era stato chiaro alcuni mesi fa, avvisando tutta la giunta che qualora ci fosse stato qualcuno interessato a candidarsi in Regione avrebbe dovuto dimettersi. Ora dimostri che non è una marionetta in mano al centrosinistra e che comanda lui e non l’arroganza di Lorenzoni, come a noi invece è sembrato in questi due anni e mezzo».

Domani è prevista la seduta del consiglio comunale, alla quale il vicesindaco Lorenzoni dovrebbe presentarsi tranquillamente per discutere direttamente alcune delibere a sua firma, nonostante sia il candidato in pectore per contendere a Luca Zaia la carica di presidente della Regione.

«Eventualmente abbiamo già pronta una mozione di sfiducia, perché in quel caso il sindaco avrebbe mentito al suo elettorato e ai padovani» annuncia Cavatton. «I primi a chiedere le dimissioni di Lorenzoni sono stati i suoi. Quindi noi siamo d’accordo con Daniela Ruffini».

Elisabetta Gardini, ironizza: «Per Padova è una buona notizia. Penso che questo vicesindaco sia stato una iattura per la città. Gli auguro di fare opposizione a Venezia, meglio di come ha agito qui».

Related posts

15/06/2018 – Padova, preoccupante aumento della criminalita’

Tram Padova, Lorenzoni abbandoni progetto ad alto rischio fallimentare

Moracci, neo responsabile della Consulta Regionale alla Difesa

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy