• Home
  • FdI Territorio
  • Terme, turismo azzerato. Abolire la tassa di soggiorno, adesso è una pagliacciata
FdI Italia FdI Territorio FdI Veneto

Terme, turismo azzerato. Abolire la tassa di soggiorno, adesso è una pagliacciata

Fonte: Gazzettino di Padova del 01/03/2020 – di Eugenio Garzotto

Immediata sospensione dell’imposta di soggiorno ed esenzione, per tutto il 2020, dal pagamento da parte delle industrie alberghiere di Imu, Tasi e Tari. Sono le misure urgenti che chiede al governo, ma anche agli enti locali per quanto è di loro competenza, Emanuele Boaretto, presidente di Federalberghi Terme Euganee, per avviare il rilancio di un settore che l’emergenza coronavirus ha messo letteralmente al tappeto.

L’APPELLO

«Le percentuali di disdette si avvicinano oramai al novanta per cento ha esordito l’imprenditore sampietrino, titolare dell’hotel Millepini di Montegrotto – A questo punto, fare pagare la tassa di soggiorno ai clienti che decidano, alla fine, di tornare nei nostri alberghi sarebbe una vera e propria pagliacciata».

Parole che Boaretto ha pronunciato ieri, nel corso di un incontro promosso da Fratelli d’Italia al Grand Hotel di Montegrotto. Ad ascoltare il suo appello, il commissario per Padova del partito di Giorgia Meloni Elisabetta Gardini, la capogruppo di Fdi-An al consiglio di comunale di Padova Elena Cappellini, il rappresentante locale Daniele Roncolato e il dottor Paolo Gruppo, medico termalista con un passato di vicepresidente dell’Associazione nazionale dei comuni termali (Ancot) e di assessore ad Abano.

«Dateci una mano ha proseguito Boaretto rivolto al tavolo dei relatori della riunione organizzata per fare il punto sulle ricadute economiche dell’emergenza Covid 19 che hanno investito le Terme Euganee Il quadro generale è oramai drammatico. Mentre ci troviamo qui, sia il turismo termale che quello congressuale sono di fatto azzerati. Vi sono aziende in cui i dipendenti hanno accettato temporanee riduzioni dello stipendio per consentire all’albergo di continuare a tenere aperto. In una situazione come quella che si è venuta a creare, le imprese vanno anche esentate da Imu, Tasi e Tari. Come possono pagare le tasse se il fatturato è prossimo allo zero? Lo stato italiano ha messo sul piatto cifre enormi per il salvataggio di Alitalia e Ilva, non può dimenticarsi del turismo. Le misure che proponiamo ha proseguito il presidente degli albergatori termali potrebbero essere facilmente attuate senza nessun appesantimento burocratico. La burocrazia, infatti, in questo momento è il nostro nemico mortale».

Boaretto ha poi esteso il quadro a tinte foschissime tracciato per il bacino termale più grande d’Europa anche ad altre realtà turistiche nazionali. «Da colleghi che hanno attività nelle località marine, ad esempio, ho saputo che stanno cominciando a fioccare disdette anche per il periodo di agosto e settembre. Non abbiano più tempo».

LA COMUNICAZIONE

«La strategia comunicativa messa in campo dal governo va totalmente rovesciata ha detto Elisabetta Gardini – Le Terme Euganee sono un territorio del tutto sicuro, dove non si corre alcun rischio. Di fatto, l’intera Italia è stata posta in quarantena senza che ve ne fosse alcun bisogno. Dobbiamo recuperare la normalità della nostra vita, non possiamo cedere al panico. L’Unione Europea deve modificare la sua filosofia di rigore finanziario ha continuato -; deve essere garantita una maggiore flessibilità per consentire alle imprese di riprendersi».

Ha quindi preso la parola il dottor Paolo Gruppo. «Ancora non sappiamo con certezza quale sia la natura del Covid 19. Quello che però possiamo dire è che si tratta di un virus che, pur essendo molto contagioso, non è grave. Fa parte della grande famiglia dei coronavirus, quelli da cui tutti noi siamo infettati quando sviluppiamo una normale influenza, con tosse, raffreddore e febbre. I controlli tempestivi che sono stati messi in atto ha concluso il medico hanno dato i loro risultati, con un suo efficace contenimento. Altrimenti, le Terme Euganee avrebbero corso il rischio di essere inserite nella zona rossa. Ma questo non è accaduto».

Related posts

Adolfo Urso, eletto vicepresidente del Copasir

30/04/2018 – Elezioni in FVG, centrodestra stravince con Fedriga

11/05/2018 – Sigolotto, fioccano le adesioni

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy